Corso BLSD per operatori non sanitari

BLSD è l’acronimo di BASIC LIFE SUPPORT - DEFIBRILLATION: sono le manovre da compiere per intervenire  in caso di arresto cardiaco.

L'arresto cardiaco improvviso è un evento che colpisce centinaia di migliaia di persone ogni anno. Si calcola un arresto cardiaco improvviso per mille abitanti ogni anno. In Italia ha un’incidenza di 50 / 60 mila casi ogni anno.

Si tratta per la maggior parte di individui in giovane età, spesso non a conoscenza dei fattori di rischio a cui sono soggetti, in cui l'arresto cardiaco è una delle prime manifestazione di patologie che possono essere efficacemente curate. 

Gli studi clinici hanno dimostrato che queste persone, se soccorse prontamente ed in maniera adeguata, hanno buone probabilità di ripresa. E’ di fondamentale importanza riconoscere la situazione di emergenza, chiamare il 118 e, in attesa dell'arrivo dell'ambulanza, agire con manovre che sostituiscono le funzioni vitali interrotte attuando le pratiche di BLS: Basic Life Support (supporto di base delle funzioni vitali).

 Inoltre, se è disponibile un defibrillatore, si può tentare di ripristinare il battito cardiaco con la defibrillazione.

Tutti possono imparare come intervenire in caso di arresto cardiaco.

Attualmente i defibrillatori sono a bordo delle ambulanze e in molte città anche delle auto delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco e dislocati permanentemente in luoghi con alto transito di persone come gli aeroporti, le stazioni ferroviarie, gli aerei di linea.

La defibrillazione consiste nell'erogazione di una scarica elettrica che attraverso le piastre posizionate sul torace attraversa il cuore. La scarica elettrica blocca per un istante il ritmo cardiaco in modo da consentire la ripresa dell'attività elettrica spontanea e organizzata del cuore, quindi una funzione di pompa efficace. 

Oggi la defibrillazione è possibile anche in ambiente non ospedaliero utilizzando defibrillatori cosiddetti "semiautomatici", che una volta collegati correttamente alla persona in arresto cardiaco, effettuano la diagnosi del ritmo cardiaco, e permettono l’erogazione della scarica.

La diffusione dei defibrillatori semiautomatici è in aumento, ed iniziano ad essere presenti anche in molti luoghi di lavoro e luoghi pubblici, anche grazie alla disponibilità sul mercato di modelli dal costo accessibile.

Per aumentare il livello di sicurezza dell’ambiente di lavoro è quindi fondamentale non solo diffondere le conoscenze sulla sequenza di rianimazione in caso di arresto cardio-respiratorio e le manovre da eseguire in caso di ostruzione delle vie aeree, ma anche diffondere e  apprendere conoscenze e abilità relative all'utilizzo del defibrillatore semiautomatico.

 

Corso BLSD per operatori non sanitari (BLSD cat. A - "laici")

Il corso è rivolto a tutti coloro che possono trovarsi, per motivi personali o professionali, nella necessità di dover soccorrere una persona vittima di arresto cardio-respiratorio.


Destinatari: operatori laici per defibrillatori semiautomatici (BLSD).

Numero dei partecipanti: la normativa prevede  un massimo di 6 partecipanti per ogni istruttore.

Durata del corso: 6 ore.

Metodologia didattica: lezione frontale con esercitazioni pratiche.

Certificazione rilasciata: attestato di partecipazione e di superamento della prova pratica rilasciato da AREU Lombardia, previo superamento test finale.

Per informazioni o per un preventivo su misura, non esitare a contattarci!

Condividi questa pagina:Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone